Storia

Ristorante di antica tradizione, fondato nel 1868 da Antonino Ercolano, seminarista, che aveva imparato l’arte della cucina fra i fornelli del locale seminario arcivescovile. Egli trasformò due stanzette, al Corso Italia, in una piccola trattoria che chiamò “La Favorita”. I suoi amici cominciarono subito a frequentare il locale e, a causa della sua vocazione sacerdotale non realizzata, lo chiamarono “ ‘o Parrucchiano “, che in napoletano significa “parroco”.

Giuseppe Manniello

Negli anni ’40, Antonino (‘o Parrucchiano), non avendo eredi, lasciò la Trattoria al giovane nipote Giuseppe Manniello, orfano di padre a soli sette anni, che era stato allevato come un figlio ed aveva imparato l’arte della cucina. Giuseppe giorno dopo giorno è riuscito a rilanciare il locale e la sua storica cucina popolare, rendendolo famoso nel mondo.
Nella sua più che secolare vita non c’è stato personaggio importante nel mondo dell’arte, della cultura, dello spettacolo e dello sport che, venuto a Sorrento, non abbia fatto almeno una sosta in questo suggestivo ristorante. Per questo motivo esso è meritatamente entrato a far parte della esclusiva “Associazione Locali Storici d’Italia”.
Diventato famoso nel mondo per i “cannelloni”, celebre piatto inventato qui oltre cento anni fa con il nome originario di “strascinati”, oggi, insieme ai piatti di antica tradizione, ne propone un’infinità che esaltano i profumi ed i sapori del Mediterraneo e del Golfo di Napoli. Il ristorante è oggi gestito da Enzo Manniello, figlio di Giuseppe, che con semplicità e simpatia accoglie i suoi ospiti e li conduce verso la scalinata che, dai locali dell’antica Trattoria, sale tra piante e fiori verso un giardino incantato, dove il profumo dei limoni si fonde con quello dei fiori. Giuseppe Manniello Junior e suo fratello Mario si avviano a raccogliere un’eredità che si tramanda ormai da quattro generazioni.

SELECT LANGUAGE